Nuovo weekend di Coppa del Mondo per la sciabola senior di Virtus Scherma: a Budapest è andata in scena la 4° tappa stagionale del circuito maschile, con il solito buon numero di atleti bianconeri al via, mentre a Sint-Niklaas, in Belgio, ci ha pensato Eloisa Passaro a difendere la V Nera nel circuito femminile. In entrambi gli appuntamenti, si sono svolte sia gare individuali che a squadre.

BUDAPEST – In terra magiara per l’ItalSciabola è arrivata un’importante medaglia di bronzo nella prova a squadre, che ha in parte reso meno amaro un weekend altrimenti avaro di soddisfazioni.
Seppur tradizionalmente benigne, infatti, questa volta le pedane di Budapest non hanno sorriso agli Azzurri nella prova individuale, che hanno chiuso lontano dalla zona medaglie.

Tra i virtussini in gara il migliore è stato Luigi Samele (13°), approdato agli ottavi di finale. Dopo aver superato i francesi Patrice (15-11) e Ballorca (15-7), il talento bianconero ha ceduto all’ostico russo Ibragimov per 15-12, in un assalto incerto fino all’ultimo, in cui non è mancata qualche recriminazione arbitrale.

Sfortunato invece Aldo Montano (26°), che è stato costretto a ritirarsi durante l’assalto dei sedicesimi contro l’ungherese Szilagyi, frenato dal riacutizzarsi dell’infortunio alla coscia che lo aveva già frenato nella scorsa tappa di Coppa del Mondo a Padova. Peccato perchè il campione virtussino stava tirando molto bene e a farne le spese erano stati in precedenza il tedesco Schroedter (15-4), il rumeno Iancu (15-11) e Stefano Scepi nel derby azzurro (15-6).

Sempre in casa V Nera, stop al primo turno del main draw per Francesco D’Armiento, sconfitto dal russo Danilenko (15-10). Lo sciabolatore da poco entrato nel clan Virtus aveva superato il tabellone preliminare battendo lo spagnolo Lopez de Guerenu (15-9) e con lo stesso punteggio il cinese Liang.

Primo ad arrendersi, infine, è stato Francesco Bonsanto, battuto alla prima eliminatoria dall’ungherese Pal Nagy per 15-14.

Nella prova a squadre, gli sciabolatori si sono riscattati, salendo sul gradino del podio (come a Padova due settimane fa), confermandosi squadra da medaglia.
Trascinato da Samele – ma non da Montano, sostituito da Cavaliere – il quartetto azzurro ha esordito superando 45-37 l’Egitto, poi ha vinto bene contro gli Stati Uniti per 45-37, prima di cedere di misura in semifinale contro i padroni di casa dell’Ungheria (45-43).
Senza storia la finalina per il bronzo, vinta dagli Azzurri contro la Germania per 45-29.

SINT-NIKLAAS – Ormai pedina fissa dello scacchiere azzurro, Eloisa Passaro ha ancora una volta rappresentato la Virtus nel circuito di Coppa del Mondo femminile di sciabola, che nel weekend è approdato a Sint-Niklaas, in Belgio, per la 4° tappa stagionale.

Purtroppo per l’atleta bianconera la gara individuale è terminata presto, con la sconfitta rimediata contro la forte russa Sheveleva (15-10) alla prima eliminatoria.

Foto by Bizzi