Continua senza sosta la lunga marcia del circuito di Coppa del Mondo Under 20 di sciabola maschile. Teatro della 7° tappa stagionale è stata Plovdiv, sede che negli ultimi anni ha sempre sorriso al clan azzurro e ai ragazzi di Virtus Scherma.

Le pedane bulgare, questa volta però, non sono state tanto amiche dei portacolori della V Nera: i tre moschettieri Matteo Neri, Fabrizio Scisciolo e Nico Ferioli sono infatti incappati in una giornata abbastanza incolore, terminando presto la loro corsa alle medaglie.

Dopo la scorpacciata di vittorie di gennaio (Budapest e Phoenix), il Carabiniere Neri (26°) non è riuscito ad imprimere la sua solita determinazione in pedana, uscendo sconfitto già al turno dei sedicesimi per mano dello statunitense Raymond Zhao (15-12). In precedenza il virtussino aveva battuto nel derby azzurro Mattia Rea per 15-8.

Turno dei 32 amaro anche per Scisciolo (21°), che dopo aver “abbattuto” il malcapitato Johnson (15-2) ha perso di misura 15-13 dal tedesco Friedheim.
Stop subito alla 1° eliminatoria, invece, per Ferioli, sconfitto 15-10 dallo spagnolo Lopez de Guerenu dopo un’ottima fase a gironi.