Under 20 – Campionati Europei

Home » News » Under 20 – Campionati Europei

Ai Campionati Europei Cadetti e Giovani di Plovdiv (Bulgaria) i virtussini Matteo Neri ed Eloisa Passaro si erigono a veri protagonisti delle prove a squadre Under 20.
Dopo un po’ di amarezza per l’esito delle rispettive gare individuali (Neri 9°, Passaro 20°), i due portacolori bianconeri lanciano l’Italia alla conquista delle medaglie: oro per gli sciabolatori, argento per le sciabolatrici.

       

SCIABOLA MASCHILE – Matteo Neri regala l’oro agli sciabolatori Azzurri

La sua esplosione di gioia e il salto ad abbracciare i compagni è forse la cartolina più bella che Matteo Neri spedisce dalle pedane di Plovdiv. Quella scarica di adrenalina alla fine di un match tiratissimo racconta molto di questo ragazzo, capace nel giro di 24 ore di resettare il malumore per una prova individuale che ha lasciato molta amarezza ed erigersi a protagonista e alfiere della squadra italiana, trascinando gli sciabolatori azzurri alla medaglia d’oro Under 20. E facendolo da leader, lui che non è ancora diciottenne.

Riavvolgendo il film di questi Campionati Europei Giovani (Under 20), il punto di svolta per Neri è proprio da ricercarsi nella cocente eliminazione agli ottavi nella prova individuale. Un ko duro da digerire sebbene arrivato contro il quotato Leonardo Dreossi, amico e avversario sicuramente più esperto del virtussino. Quel 12-15 grida ancora vendetta per come maturato, con un Neri frettoloso nel finale nonostante il vantaggio, che si ‘guadagna’ un secondo cartellino giallo sul 12-13 per partenza anticipata, subendo la stoccata tecnica e di fatto buttando all’aria il match.

Una sconfitta che brucia ma che gli è servita, perché nella prova a squadre Matteo non ha sbagliato praticamente niente, risultando decisivo per la conquista dell’oro. Il quartetto azzurro (Caranti-Cavaliere-Dreossi-Neri), n.1 del ranking stagionale, era chiamato a confermarsi leader e così è stato: nessun problema contro Gran Bretagna nei quarti (45-23) e Polonia in semifinale (45-32), con gli Azzurri sempre a comandare, consapevoli che il vero avversario – quello facilmente prevedibile alla vigilia – sarebbe arrivato solo in finale. Il “nemico” di sempre, la Russia.

Battaglia vera doveva essere e battaglia vera è stata. Ed è qui che Neri ha capito che quando le responsabilità individuali diventano responsabilità nei confronti del gruppo, bisogna mettere in pedana tutte le energie fisiche e mentali possibili.
Dopo la fondamentale rimonta di Cavaliere nel penultimo assalto, Matteo prende il testimone sul 39-40, subisce un primo mini break da Lokhanov ma trova il guizzo per riportarsi avanti con la faccia tosta di un veterano. Sul 44-44 le gambe dovrebbero tremare ad un diciassettenne, ma non se sei stato scelto apposta per non tremare. Neri ‘tocca’ e scoppia di gioia.

Il 9° posto nell’individuale è passato, l’oro europeo a squadre una splendida realtà.

 

SCIABOLA FEMMINILE – Eloisa Passaro è argento a squadre

Spesso nelle varie tappe di Coppa del Mondo, i due virtussini Eloisa Passaro e Matteo Neri si sono ritrovati a compiere percorsi simili: quando vinceva uno, vinceva l’altra e quando la giornata era negativa lo era per entrambi. Gli Europei Under 20 di Plovdiv hanno confermato questo trend: come Neri, anche Eloisa è andata male nell’individuale, ma si è presa la rivincita nella prova a squadre, centrando un bell’argento.

La patavina, uscita di scena nell’individuale già ai sedicesimi di finale (amaro 14-15 contro la rumena Dragan), pur avendo le possibilità di arrivare a medaglia, ha dato il suo importante contributo nel team di sciabola femminile, convincendo quando chiamata in causa.


Il quartetto Battiston – Crovari – Lucarini – Passaro ha tenuto a bada le inglesi al primo turno (45-35) e soprattutto le temibili ungheresi del nuovo fenomeno Pusztai in semifinale (45-34), guadagnandosi la finalissima, manco a dirlo, contro le super favorite russe.
Le Azzurre ce l’hanno messa tutta ma alla fine non sono riuscite nell’impresa (Lucarini straordinaria) perdendo 45-36 ma mettendosi al collo un argento europeo più che meritato.

Anche perchè tra un mese esatto, sulle stesse pedane di Plovdiv, sia Eloisa Passaro che Matteo Neri (accompagnati dal maestro Terenzio) saranno nuovamente protagonisti nel Mondiale Under 20, l’appuntamento più importante della stagione.

E grazie a questi due talenti Virtus Scherma Bologna intende continuare a volare alto.

FOTO Bizzi/FIE

2017-03-10T12:07:30+00:00 marzo 10th, 2017|Federscherma, Agonistica|