Fine settimana intenso per gli schermidori Under 20 italiani. Al Centro Federbocce dell’Eur Torrino di Roma sono infatti andati in scena gli assalti alle tre armi della 2° Prova Nazionale Giovani, ultima tappa prima delle Finali di categoria attese per metà giugno.

Virtus Scherma in gran splovero con i suoi sciabolatori, come sempre all’altezza della situazione, sul podio con Eloisa Passaro in campo femminile e quanto mai dirompenti nella prova maschile, con tre atleti approdati ai quarti di finale.

L’atleta delle Fiamme Oro ha confermato il suo ottimo stato di forma, conquistando la medaglia d’argento: la sconfitta è arrivata per mano della compagna in Nazionale Michela Battiston (Gemina UD), che in finale si è imposta 15-13. La Passaro aveva sconfitto l’altra azzurra Lucia Lucarini (Vigili del Fuoco) 15-10 in semifinale e nei quarti Giulia Arpino (Club Scherma RM) per 15-8. In controllo le precedenti vittorie su Maddalena Vestidello (Petrarca PD) negli ottavi e Laura Olivieri (Club Scherma RM) nei sedicesimi.

Gli sciabolatori non hanno centrato la medaglia ma ci sono andati molto vicino, portando a casa un bel risultato di squadra. Ci si aspettava tanto da Matteo Neri ovviamente, autore di una stagione eccezionale finora. Il virtussino, che da poche settimane è entrato ufficialmente nel gruppo sportivo dei Carabinieri, ha chiuso al 7° posto, sconfitto di misura 15-14 dall’azzurro Dario Cavaliere (Esercito), avversario sempre molto ostico. Nessun problema in precedenza a superare Luca Fioretto (Club Scherma RM) 15-4 e negli ottavi Fabrizio Affede (Club Scherma RM) per 15-8.

Quarti di finale raggiunti anche da Nicola Corradi (6°), sconfitto però nettamente dal quotato Federico Riccardi (Carabinieri) per 15-5. Di livello le prime vittorie su Alberto Cormio (Club Scherma TO) 15-8 ed Alessandro Moca (Club Scherma RM) 15-9.
Discorso analogo per Fabrizio Scisciolo (8°), battuto sempre nei quarti da Giacomo Mignuzzi (Carabinieri) 15-9. Per il virtussino belle e sofferte le affermazioni su Matteo Cederle (Petrarca PD) 15-13 e Marco Pluti (Petrarca PD) 15-14 negli ottavi.

Un gradino sotto Nico Ferioli (18°), sconfitto dal forte Gherardo Caranti (Fides LI) 15-9, dopo la vittoria su Federico Siano (Giardino MI).

Tra gli altri virtussini presenti a Roma, da segnalare la solita ottima prestazione della cadetta Maria Ludovica Isani (28°), sempre più cosciente dei suoi mezzi e per nulla intimorita dalla categoria, approdata al tabellone principale come la compagna Ottavia Polastri (25°). Ancora troppo forte l’azzurra Beatrice Dalla Vecchia (Officina della Scherma) per l’Isani – k.o 15-10 – brava però a battere precedentemente un’ottima atleta come Francesca Iseppi (C.S.Imola) per 15-8; Polastri eliminata invece da Ludovica Ferrari (C.S.Imola) 15-10.

Avversarie molto dure da battere per le altre sciabolatrici Virtus, fermate tutte al 1° turno eliminatorio: Camilla Mambrioni ha perso 15-9 da Laura Olivieri, Federica Scisciolo 15-7 da Chiara Crovari e Sabrina Lolli 15-5 da Giulia Arpino.

In campo maschile non hanno superato la prima fase a gironi Niccolò Accorsi, Mattia Bui, Lorenzo Coladangelo e il cadetto Stefano Spadari.

Infine, la spada. Unica rappresentante Alessandra Pernozzoli, autrice di un’ottima prima fase ma poi un po’ sfortunata ad incontrare subito al 1° turno un’atleta esperta come Giulia Navazzotti (Club Scherma Casale AL), che l’ha battuta 15-8.

RISULTATI SCIABOLA MASCHILE
RISULTATI SCIABOLA FEMMINILE
RISULTATI SPADA FEMMINILE